mercoledì 17 luglio 2013

cose che racconteremo

1.00 di notte.
non so se lo sapete, ma in questa città i fuochi d'artificio non sono esclusiva di grandi feste come il capodanno o il giorno del santo patrono, ma sono anche un modo per festeggiare prime comunioni, compleanni, matrimoni o uscite di galera! quindi diciamo che si spara spesso. 
stanotte si doveva festeggiare qualcosa di grosso, perchè i fuochi erano fragorosi e lunghissimi, tanto che ho pensato potessero svegliare i bambini. in verità credevo fosse una preoccupazione solo da mamma premurosa, perchè i miei figli neanche a capodanno si svegliano con i fuochi, ma invece questa volta, forse complici le finestre aperte per il caldo, ho trovato il piccolo pietro in ginocchio al centro del suo lettino urlante e terrorizzato! l'ho preso subito in braccio e l'ho portato da noi, tanto era inutile restare lì cercando di farlo calmare e riaddormentare: i botti erano ancora nel pieno. 
lui si è rasserenato subito, si è guardato intorno per capire cosa succedesse e poi ha appoggiato la testa sulla mia spalla e si è fatto portare su (la nostra camera è su un soppalco). 
quando l'ho messo a letto sembrava tranquillo ma non si riaddormentava. i fuochi erano finiti allora ho immaginato che fosse preoccupato, spaventato. così ho cominciato a parlargli, raccontandogli quale fosse l'origine di quei rumori. gli ho detto che erano bellissime luci colorate nel cielo, ma che erano un pò rumorose. e mentre gli raccontavo di quante figure potevano essere disegnate con tutte queste splendide luci colorate, impegnandomi ad avere un tono tranquillizzante e caldo, pietro rompe il suo silenzio: "mamma, e nommi! (mamma, e dormi!)". 
io sono rimasta senza parole, mi è venuto da ridere! e l'unica cosa che ho pensato è stata che questo bambino è fantastico!


20 commenti:

  1. sono incredibili sti bimbi..
    mattia non ha paura dei fuochi e nemmeno dei temporali..ma il mio cane si..X_X

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è perchè il tuo cane non ha mai avuto qualcuno che al'1.00 di notte gli spiegasse cosa fosse quel casino!!!

      Elimina
  2. Fantastico! Sì, mi ricordo i botti per festeggiare le uscite di galera, Napoli è davvero un mondo a parte... e anche gli spari (veri) a Capodanno, roba da folli! Quando le racconto all'estero queste cose non mi crede nessuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma allora napoli un pò la conosci!
      meno male che non ci crede nessuno, io invece penso sempre che napoli sia strozzata dagli stereotipi attraverso cui è mostrata... vivendo anche altre città, italiane e straniere, mi sono resa conto che napoli è un pò l'emblema di una parte dell'italia, che viaggiano anche racconti eccessivi e a volte ridicoli!

      Elimina
    2. Sì la conosco, anche se non vengo da anni (prima o poi ti spiego in privato...).
      Napoli è strana, è stupenda ed ha un sacco di problemi. Il problema dello strerotipo è che sminuisce le cose, le trasforma in storielle divertenti, e si dimentica che i problemi sono reali e che dovrebbero essere risolti!

      Elimina
    3. si, forse oramai si pensa che certe cose facciano parte del folklore!

      Elimina
  3. Che carini quando si appoggiano alla spalla...
    E poi anche tu, che ti metti a raccontare dei fuochi all'1 di notte..."E NOMMI"!!!
    I bambini sono fantastici ;-)

    RispondiElimina
  4. Si, molto spesso noi mamme siamo eccessivamente premurose... Ma si tratta pur sempre dei nostri cuccioli!

    RispondiElimina
  5. Anche in quel di Cava De' Tirreni si spara per ogni motivo. Ci sono feste popolari in cui lo spettacolo è degno di nota, altre volte penso siano proprio superflui e fastidiosi. Cmq la piccola di casa, da buona cavese si è subito abituata, nessuna paura, anzi, puro entusiasmo!

    RispondiElimina
  6. sei di cava? io la conosco piuttosto bene, i miei sono originari di salerno e i miei nonni hanno una casa lì.
    a presto!

    RispondiElimina
  7. Ah ah...riescono sempre a stupirci!

    RispondiElimina
  8. hehe.. anche Marta ogni volta mi strona e mi sorprende con le sue reazione che sono "più grandi di me"!... che dolce!

    RispondiElimina
  9. A immaginarvi così siete belli come in un'illustrazione di qualche secolo fa...
    Bellissimi!

    RispondiElimina
  10. Invito - It
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina