martedì 3 settembre 2013

ritorno in città (pronti a ricominciare?)

queste sono state le vacanze più Vacanze che ho fatto da quando è nato matteo. sarà che sono state meravigliosamente lunghe, sarà che il posto e la situazione erano i più rilassanti che potevano essere: casa esattamente sopra la spiaggia, e quindi quegli spostamenti in macchina carichi di borse, sacche portagiochi e vaschette sotto una calura impossibile erano scampati, sarà stata anche la compagnia di amici che come noi erano in cerca di ritmi tranquilli....insomma: torno rigenerata! i nanetti erano entusiasti della convivenza con un'altra famiglia, giocare da mattina a sera con gli amici era fantastico per loro, per non parlare della scoperta sempre maggiore dell'acqua! il piccolo si è lanciato in micro-tuffi e posizione "a morto" perchè oramai i braccioli erano uno strumento di cui ci si poteva fidare, e il grande li ha tolti per mettersi la maschera e fare tuffi anche un pò più arditi....perchè era convinto che fosse la maschera a tenerlo a galla. morale: stava più sott'acqua che fuori!
era proprio quello che volevo: godermi i miei tre uomini in un'atmosfera senza stress, senza troppi impegni...e in effetti quasi senza orari!
spero che tutto questo mi servirà da rifornimento per l'inverno, perchè questo in particolare sarà più impegnativo per me: ricomincerò a lavorare. lo dico ancora un pò sottovoce, perchè è un progetto avventuroso che nasce dal nulla e devia, seppur leggermente, da quello che ho sempre fatto come mestiere... ma ne parlerò quando questa scrivania sarà tornata ad essere un posto di lavoro concreto e non solo un banco per giochi.
intanto se qualcuno di voi ha qualche suggerimento per sopravvivere al meglio nella tripla mansione "lavoratrice/mamma/casalinga"...sono tutta orecchi. già so che congelerò moltissimo e che la mattina lascerò la casa uno schifo... altro??



23 commenti:

  1. Bentornata Serena! Che belle le vacanze... io le considero "sacre"!

    Credo che sarà molto dura per te ritornare a lavorare.
    Io nei panni della mia triplice veste (quadruplice se vogliamo considerare anche quella di blogger), non ho molti consigli da dare se non quello di delegare: non si può fare proprio tutto. tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao giorgia!
      ...in effetti sospettavo che non era da considerarsi una cosa facile ricominciare a lavorare, soprattutto per una che ha la nevrosi del controllo di tutto, e l'incapacità di delegare, in effetti soprattutto per quello che riguarda i bambini...
      stiamo a vedere. io quello che proprio non vorrei è correre...eheh!

      Elimina
  2. Consigli??? Naaaaaaaaa.....lascia fare al caso credimi, la programmazione non e' per il nostro mondo!!! :-))))) bentornata!!!!!

    RispondiElimina
  3. Sì, fattene una ragione, lascerai la casa nel caos e -ahimè!- la ritroverai tal quale al tuo rientro. Ma, almeno per me, uscire di casa per alcune ore al giorno è un toccasana e avere i minuti contati mi aiuta ad organizzar mi e non perdere tempo. Il mio unico consiglio: impara a fregartene!! La libreria sarebbe da spolverare ma sei stanca? lo farai domani. Ci sarebbero dei panni da stirare ma vuoi giocare con i tuoi piccoli? rimanda. E non ti sentire in colpa. Il mondo è pieno di mamme/casalinghe/lavoratrici e nessuna di loro ha la casa perfetta: la priorità è la serenità della tua famiglia. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. santissime parole! è la cosa che proprio penso che dovrò imparare a fare, fregarmene e pensare che nel tempo ci ricorderemo con più piacere delle ore a giocare insieme in una casa decisamente imperfetta piuttosto che di una casa pulita in pomeriggi noiosi! grazie!

      Elimina
  4. uhu... in bocca al lupo per il rientro allora!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie,la cosa più difficile sarà accettare di vivere ancora più incasinati di adesso! perchè comunque non sono un granchè come donna di casa...!

      Elimina
  5. Ciao Serena! Bentornata!!!! Dai dai dai... è una magia, ma più cose fai più riesci a farne... Vedrai! Siete bellissimiiiii....
    Paola

    RispondiElimina
  6. bentornata!!!!!!!!!!!!!!! e buon inizio!! un bacione

    RispondiElimina
  7. Stai...Serena! Fregarsene, fregarsene, fregarsene. Buon rientro!

    RispondiElimina
  8. ben tornata intanto...
    anche noi abbiamo fatto delle vacanze super e giuro che quest anno mi stanno aiutando a prepararmi questo inverno..^^
    mattia ha iniziato da qualche giorno l asilo..a me la vacanza mi ha aiutato tantissimo..

    lo sara' anche per te..

    bacissimo

    RispondiElimina
  9. Non guardare me! io faccio solo la traduttrice di tanto in tanto per ora, e rigorosamente quando i bimbi dormono...

    RispondiElimina
  10. Che bello sentirti così, Serena di nome e di fatto!
    Lavoro??? Grande!!! Dita incrociate! Facci sapere poi, eh?
    Bacioni!

    RispondiElimina
  11. In bocca al lupo per questa nuova avventura!

    RispondiElimina
  12. grazie a tutte! vi sento positive!
    tra l'altro ieri pensavo che volendo vedere l'aspetto positivo della faccenda, questo riprendere a lavorare può essere anche una buona scusa con me stessa per il mio disordine!!

    RispondiElimina
  13. Ciao serena, che belle le tue foto atmosfera relax....tanti auguri per la tua nuova avventura, chissenefrega se la casa sarà in disordine....l'importante è che ci sia felicità tra chi ci vive dentro!
    ciao

    RispondiElimina
  14. che meraviglia serena e in bocca al lupo! non sai come ti capisco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. crepi! intanto abbiamo iniziato bene:pietro ha la febbre ed io faccio l'infermiera 24h24...

      Elimina
  15. Ciao Serena!, sono felicissima per te!, poi ci racconti di questo nuovo lavoro, ma mi fa grande piacere!. Si vabbé, la casa sarà in disordine?, io, però, più che fregartene (che va anche bene) ti direi: metti a lavorare tutti quanti!, la casa non è solo una responsabilità tua... i bimbi metteranno a posto i loro giochi insieme a te e papà farà quel che meglio gli viene... Gigi è quello che sistema la cucina, estende il bucato e fa la spesa... non poco no?... d'altronde preferisce fare tutto lui e che io mi occupi dei terremoti... heheh... e lo capisco! ;). Se dovessi fare tutto io davvero impazzisco!. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo gigi! la collaborazione è in effetti una possibilità che non avevo considerato...mi piace!...riguardo al lavoro spero che presto potrò dire davvero "sto lavorando"...ti racconterò, un abbraccio a te!

      Elimina